Nasco a Roma.

Frequento il liceo artistico, studio storia

dell’arte alla III Università di Roma, graphic design

e advertising all’Istituto Europeo di Design (IED).

Dopo anni nella grafica e in agenzie di pubblicità, 

arrivo a creare nel 2015 Assonance design,

un progetto rivolto principalmente

all’ideazione di oggetti per la casa e

gioielli non preziosi.

Per i Musei, ma non solo!

Mi piace lavorare creando assonanze di tipo

visivo, cognitivo e sensoriale, evocando emozioni,

suggestioni e nostalgie...

Un'armonia tra intelletto, cuore e anima.

Racconto storie da indossare e le faccio vivere

sopra vestiti, giacche e camicette.

Nel 2017 nascono le linee dedicate all'arredo:

vasi per fiori e lampade; attingo dalla mia

passione per i colori, per il ricordo, per i profumi

e il contemporaneo, per il romantico e il geometrico...

Mi concentro sulla ricerca e la combinazione di

dettagli e di materiali come il metacrilato,la carta, il cartonlegno, le perline,

i nastri gros grain, le nappine, i pon pon, i moschettoni da pesca, i materiali poveri

come la rete del pollaio e il fil di ferro, il ferro battuto.

Evviva François Truffaut che ha (fortunatamente) condizionato la mia vita!